Cos’è l’ECM

Cos’è l’ECM

CED Servizi è Provider (Organizzatore di Attività Formative) ECM dal 2002, ed è accreditato con il nuovo Regolamento (con numero 756). Dopo la verifica dell’Agenas è stato confermato Provider Standard. Dal 2002 al 2014 CED Servizi ha organizzato 393 eventi in Educazione Continua in Medicina (per un totale di 4.506 ore di Formazione) a 9.160 partecipanti, erogando 133.655 crediti

L’ECM è un programma nazionale di Educazione Continua in Medicina, voluto dal Ministero della Sanità. L’obiettivo è fornire a tutti gli operatori sanitari le nozioni necessarie per mantenersi professionalmente aggiornati e competenti.Il programma dei Corsi ECM di CED Servizi, quindi, è costituito dall’insieme delle attività formative organizzate da scuole di formazione, società scientifiche e aziende ospedaliere. Partecipare ai Corsi ECM è un dovere degli operatori della Sanità, ma è anche – naturalmente – un diritto dei cittadini, che giustamente richiedono operatori attenti, aggiornati e sensibili. Riguarda tutto il personale sanitario, medico e non medico, dipendente o libero professionista, operante nella Sanità, sia privata che pubblica.

CREDITI ECM TRIENNIO 2017-2019
L’obbligo formativo per il triennio 2017-2019 è pari a 150 crediti formativi fatte salve le decisioni della Commissione nazionale per la formazione continua in materia di esoneri, esenzioni ed eventuali altre riduzioni. 2. I professionisti che nel precedente triennio (2014-2016) hanno compilato e soddisfatto il proprio dossier formativo individuale hanno diritto alla riduzione di 15 crediti dell’obbligo formativo nel presente triennio formativo (Determina della CNFC del 10 ottobre 2014). 3. I professionisti sanitari che nel precedente triennio (2014-2016) hanno acquisito un numero di crediti compreso tra 121 e 150 hanno diritto alla riduzione di 30 crediti dell’obbligo formativo nel triennio 2017-2019. Coloro che hanno acquisito un numero di crediti compreso tra 80 e 120 hanno diritto alla riduzione di 15 crediti.

SANZIONI AGLI OPERATORI SANITARI NON IN REGOLA CON L’ECM
Nella finanziaria di cui alla Legge 148 del 14.09.2011 (rif. D.L. 138 del 13.08.2011) tutti gli Ordini e i Collegi sono stati incaricati di individuare le sanzioni ed i provvedimenti disciplinari per il mancato rispetto da parte dei Professionisti Sanitari del mancato conseguimento dei crediti formativi obbligatori.Altresì, nella medesima Legge viene indicato che “la violazione dell’obbligo di formazione continua determina un illecito disciplinare e come tale è sanzionato sulla base di quanto stabilito dall’ordinamento professionale che dovrà integrare tale previsione”.

L’ACCREDIAMENTO DEL PROVIDER
l programma ECM è stato avviato in via sperimentale nel 2002 come anche i Provider (Organizzatori di attività formative Sanitarie) che dovevano rispettare criteri di esperienza in formazione rivolta a Sanitari e criteri minimi di organizzazione aziendale.Nel 2009 il programma ECM diveniva formalmente definitivo e regolamentato ed i Provider previo il rispetto di standard qualitativi potevano presentare richiesta all’AGENAS (Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali) di divenire Provvisori previo presentazione di idonea documentazione a supporto del rispetto dei requisiti qualitativi richiesti. Una volta superata questa fase i Provider potevano e possono operare per un massimo di 24 mesi. Superato tale termine, il Provider per continuare ad operare deve effettuare la richiesta per divenire Standard. L’ottenimento dell’accreditamento Standard comporta non solo una verifica dell’operato dei 24 mesi di provvisorietà da parte dell’Ente Accreditante (se regionale della Regione, se nazionale della Commissione Nazionale ECM) ma anche del rispetto dei requisiti organizzazitivi e gestionali del Provider, mediante “audit” nella sede operativa ed a sopresa durante l’erogazione degli eventi formativi.

DATI SUI PROVIDER
Dall’avvio della fase sperimentale nel 2002 all’avvio definitivo del programma ECM nel 2009 i Provider accreditati erano circa 10.000 Dall’entrata in vigore del nuovo regolamento a Novembre 2014 la situazione è la seguente;

– 885 Provider Cancellati o Sospesi che hanno presentato domanda di accreditamento
– 777 Provider Provvisori
– 327 Provider Standard

 

Log In

Create an account